Traduzioni giurate-asseverate e legalizzate

Talento e professionalità: Studio ITS rappresenta un alleato per moltissime aziende della Lombardia e di tutt’Italia

Il servizio di traduzioni giurate-asseverate e legalizzate in cui Studio ITS è specializzato è rivolto in particolare alle aziende di relocation, che dovendosi occupare del trasferimento di lavoratori da paesi stranieri, hanno la necessità di tradurre svariati documenti che necessitano di questo servizio, tra cui certificati di nascita e matrimonio, diplomi, curriculum vitae, contratti di locazione, lettere di distacco e documenti societari di vario tipo.

Inoltre, nell’ambito delle traduzioni di certificati Studio ITS si occupa della traduzione di documenti riguardanti la persona come traduzioni del casellario giudiziario e carichi pendenti, traduzioni di certificati penali, traduzioni di certificati inerenti allo stato di famiglia, traduzioni di autocertificazioni, sempre seguite dalla pratica dell'asseverazione.

Le traduzioni giurate prevedono che il traduttore si rechi presso l’apposita Cancelleria del Tribunale per prestare giuramento della responsabilità di quella traduzione. Il traduttore che effettua traduzioni giurate deve essere un soggetto iscritto agli albi dei C.T.U. e dei Periti del Tribunale o della Camera di Commercio.

I traduttori di Studio ITS sono preparati in materia di contratti di ogni genere per poter effettuare un servizio di traduzione di contratti che rispetti le differenze fra i diversi ordinamenti giuridici delle varie nazioni, oltre che le varietà di terminologia inerente al settore di pertinenza.

Studio ITS si occupa non solo della traduzione di libretti di circolazione in lingua estera, ma anche della traduzione di libretti di circolazione stranieri in lingua italiana, fornendo a privati e agenzie di assicurazioni o di immatricolazioni auto anche il servizio di asseverazione, per rendere tali documenti validi sia in Italia che all’estero.

Studio ITS si occupa oltre che di traduzioni anche di legalizzazione di documenti, servizio molto richiesto da diverse aziende, soprattutto perché obbligatorio per legge.
Quando le traduzioni sono destinate a paesi stranieri, occorre procedere, successivamente all’asseverazione, anche alla legalizzazione presso la Procura della Repubblica del Tribunale, per certificare l’autenticità della firma del Cancelliere.
Qualora la traduzione sia destinata a un paese aderente alla Convenzione dell’Aia del 1961, vi sarà apposta un’apostille, una certificazione che attesta l’autenticità del documento a livello internazionale.
Ai fini pratici non vi sono differenze tra documenti legalizzati e documenti apostillati, cambia solo il timbro apposto sull’ultima pagina del documento.